Close

Questo sito utlizza cookie. Può leggere come li usiamo nella nostra Privacy Policy.

Torchi professionali per la stampa calcografica



I ns. torchi sono largamente utilizzati presso Scuole e Accademie d'Arte. La loro semplicità di utilizzo e grande robustezza ne garantiscono il buon impiego e grande durata anche se adoperati da mani non ancora esperte oppure indelicate.

Disponibile in 4 versioni standard:
MODELLO 500
Larghezza ingombro 760 mm., lunghezza 1500 mm., altezza 570 mm.
Peso totale kg. 260 circa
Dotato di rulli diam. 200 mm lunghezza 525 mm, per utilizzo carta con larghezza 500 mm.
Con piano in lamellare da 520 x 1300 x sp.10 mm.
MODELLO 600
Larghezza ingombro 860 mm., lunghezza 1500 mm., altezza 570 mm.
Peso totale kg. 290 circa
Dotato di rulli diam. 200 mm lunghezza 625 mm, per utilizzo carta con larghezza 600 mm.
Ccon piano in lamellare da 620 x 1300 x sp.10 mm.
MODELLO 700
Larghezza ingombro 960 mm., lunghezza 1500 mm., altezza 570 mm.
Peso totale kg. 310 circa
Dotato di rulli diam. 200 mm lunghezza 725 mm, per utilizzo carta con larghezza 700 mm.
Con piano in lamellare da 720 x 1300 x sp.10 mm.
MODELLO 800
Larghezza ingombro 1060 mm., lunghezza 1500 mm., altezza 570 mm.
Peso totale kg. 330 circa
Dotato di rulli diam. 200 mm lunghezza 825 mm, per utilizzo carta con larghezza 800 mm.
Con piano in lamellare da 820 x 1500 x sp.12 mm.

Disponibili a richiesta:
- Tavolo di supporto per torchio in tubolare elettrosaldato, con un sostegno per piano porta fogli a metà altezza;
- Congegno con due comparatori centesimali, per messa a punto parallelismo dei rulli e per la lettura degli spostamenti nella pressatura.

Oltre ai modelli standard, costruiamo torchi di qualsiasi misura,
che affiancano la nostra rigorosa meticolosità alla semplicità di utilizzo


PRINCIPALI CARATTERISTICHE DEI NOSTRI TORCHI

I due rulli dei torchi sono rettificati e cromati con trattamenti antiossidazione di alta qualità e hanno un diametro di mm. 200 ed uno spessore di mm. 14. La distanza massima fra i due rulli è di mm. 90, aumentabile con opportuni accorgimenti.

All'interno dei rulli sono alloggiate quattro flange saldate all'albero passante, per distribuire lo sforzo su quattro punti ed impedire qualsiasi flessione. Per il modello 1200, 1300 e 1400 sono state inoltre adottate tecniche particolari di irrigidimento dei rulli che garantiscono l'assenza di flessioni nonostante la notevole lunghezza.

La pressione di lavoro, esercitata per mezzo di viti e madreviti intercambiabili, si scarica su due pacchi di cartoni e cuoio, che a loro volta premono su supporti massicci, i quali scorrono in guide contenute in ampie fiancate
Nei supporti alloggiano degli snodi sferici in acciaio temperato, che sopportano elevatissime pressioni statiche e dinamiche, oltre a notevoli disassamenti. Il tutto è assemblato con n.6 tiranti e n.6 distanziali e fissato con viti su telaio in tubolare

L'avanzamento del piano in stratificato è agevolato da un timone a cinque raggi che comanda un riduttore pendolare con ingranaggi a bagno d'olio, montato direttamente sull'albero inferiore, che riduce lo sforzo con un rapporto di 10 a 1.

Nel normale utilizzo dei torchi calcografici, la movimentazione e la calibratura del rullo superiore non avvengono contemporaneamente ambo le parti. Lo sbilanciamento che si crea durante questa azione arreca un danno irreparabile alle bronzine di cui sono dotati i torchi normali.
Grazie agli snodi montati sui nostri torchi invece, è ammesso uno sbilanciamento fra un rullo e l'altro di 2 cm. Tale agio permette di salvaguardare l'integrità del macchinario.

A richiesta:
  • Il torchio viene fornito con un kit da fissare all'interno delle testate, comprendente n.2 comparatori, che permettono di leggere lo spostamento dei rulli in scala centesimale, durante l'operazione di pressatura.
  • Il rullo inferiore può essere dotato di n. 2 ingranaggi / cremagliere che garantiscono il sicuro e corretto trascinamento del piano in lamellare di forte spessore
  • I torchi calcografici Dallapiccola possono essere motorizzati.
  • Forniamo il dispositivo per alzare e abbassare in contemporanea i due pressori.
  • Possiamo applicare un avanzamento automatico, dotando la macchina di opportuni dispositivi di sicurezza.